Tempo di lettura 2 minuti

Gli importi e i limiti reddituali degli assegni familiari 2020 sono stati resi noti dall’Inps mediante la circolare n. 3 del 2020.

Come ogni anno, l’Inps ha il compito di adattare gli importi delle prestazioni strettamente collegate al reddito sulla base degli indici Istat.

Per effetto dell’innalzamento dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati pari al + 1,1%, i limiti reddituali degli assegni familiari 2020 subiranno un lieve aumento.

Si ricorda che in questo articolo andremo a trattare le tabelle degli assegni familiari 2020 riferite a quelle categorie di lavoratori e pensionati esclusi dalla normativa sull’assegno per il nucleo familiare corrisposto alla generalità dei lavoratori dipendenti e pensionati, ma bensì tutti quei soggetti a cui è l’istituto di previdenza ad erogare la prestazione, ovvero:

  • Coltivatori diretti;
  • Coloni;
  • Mezzadri;
  • Piccoli coltivatori diretti;
  • Tutti i pensionati appartenenti alle categorie sopra elencate.

Assegni familiari 2020
  • facebook

Importi assegni familiari 2020

Il sistema di determinazione degli importi degli assegni familiari 2020 risulta legato al concetto di capo famiglia, al quale vengono riconosciute delle integrazioni per ciascun componente in nucleo familiare per il quale ne ha diritto.

Pertanto, la prestazione non sarà calcolata sulla base di un importo complessivo in relazione al numero dei componenti il nucleo, ma bensì dalla moltiplicazione di un importo fisso per il numero dei componenti rilevanti del nucleo parentale.

Gli importi fissi dell’integrazione sono i seguenti:

  • 8,18 € mensili per i coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • 10,21 € mensili per i pensionati delle gestioni speciali autonomi e piccoli coltivatori diretti, per il coniuge i figli ed equiparati;
  • 1,21 € mensili per i piccoli coltivatori diretti per i genitori ed equiparati.

Limiti di reddito

I limiti di reddito previsti per il riconoscimento della prestazione, sono regolamentati dalla legge 41/86 in relazione al numero e dal tipo dei componenti del nucleo familiare.

Tale legge prevede che gli importi indicati devono essere annualmente aggiornati e aumentati del 10% nelle ipotesi in cui il nucleo familiare è composto da un solo genitore e figli od equiparati, ovvero del 50% quando tra i componenti il nucleo familiare per i quali si ha diritto alla prestazione ci siano soggetti dichiarati totalmente inabili.

Qualora ricorrano entrambe le ipotesi, e cioè nei casi in cui si sia in presenza di un solo genitore e di, almeno, un figlio inabile, la maggiorazione del limite reddituale viene portata al 60%. La tavola seguente indica, pertanto, i limiti di reddito per l’erogazione dell’assegno familiare per il 2020.

Limiti reddituali assegni familiari 2020
  • facebook