Tempo di lettura 5 minuti
Che cosa è il DSU?

L’acronimo DSU sta per dichiarazione sostitutiva unica ed è un documento la cui compilazione è finalizzata al calcolo dell’isee.

All’interno del DSU vanno indicati i dati dei componenti il nucleo familiare. Questi dati sono di carattere:

  • anagrafico;
  • reddituale;
  • patrimoniale.

 

Dove si fa la DSU?

La DSU può essere compilata presso:

  • un centro di assistenza fiscale caf/patronato;
  • presso tutti quei centri che sono autorizzati all’erogazione dei servizi fiscali (come ad esempio un commercialista);
  • se in possesso di pin cittadino o spid, autonomamente presso il portale dell’inps.
Quanto tempo ci vuole per avere il modello isee?

Una volta inoltrata tutta la documentazione dal giorno stesso dell’inoltro dovranno decorrere almeno 15 giorni prima del rilascio dell’isee.

La tempistica è la medesima sia inoltrando la richiesta presso il sito dell’inps sia attraverso caf/patronato.

 

Dsu Mini cos’è?

La dichiarazione sostitutiva unica, comunemente denominata DSU MINI, la cui compilazione è finalizzata al calcolo dell’ISEE, ricorre nella stragrande maggioranza dei casi e consiste in un autodichiarazione che il cittadino rende all’Inps per il rilascio dell’attestazione ISEE.

La DSU INPS si compone di una prima sezione denominata MB1, ove vanno indicati i dati relativi alla composizione del nucleo familiare alla data di presentazione della dichiarazione.

In questo articolo andrò a mostrarti com’è strutturata la comune DSU MINI e quelli che sono i dati che devi inserire all’interno di ciascuna sezione.

dsu inps

Ti raccomando, massima attenzione, la corretta compilazione della tua dsu inps, accorcia i tempi di rilascio del tuo modello isee, consentendo all’inps di elaborare i dati nel minor tempo possibile.

Dsu Mini: Quadro A (Nucleo familiare)

In questa sezione vanno indicati:

  • Nome
  • Cognome
  • Luogo e data di nascita
  • Codice fiscale

Di ogni componente del nucleo familiare. Per i soli componenti minorenni, deve essere valorizzata anche l’eventuale assenza di redditi. In caso di nuclei familiari con figli minorenni, deve essere specificato se i genitori o almeno uno di esse, abbia svolto, nell’anno di riferimento della DSU MINI, attività lavorativa autonoma o subordinata per almeno sei mesi.

Inoltre va indicato se il nucleo familiare è composto da genitori non coniugati e/o non conviventi, in tal caso deve essere predisposta la DSU in versione estesa.

Dsu Mini: Quadro B (Casa di abitazione)

Nel quadro B della Dsu mini, il dichiarante deve indicare i dati relativi all’abitazione di residenza del nucleo familiare alla data di presentazione della Dsu mini. Nello specifico devono essere indicati:

  • L’indirizzo dell’abitazione
  • Il titolo di proprietà

Nel caso di abitazione concessa in locazione, il dichiarante deve valorizzare la sezione relativa agli estremi di registrazione del contratto di locazione con relativo codice fiscale dell’intestatario del contratto. Inoltre, in caso di diversa residenza dei coniugi si deve specificare se per il periodo di validità della Dsu mini, l’indirizzo di residenza del nucleo familiare sia quello del coniuge o del dichiarante.

Una volta terminata la compilazione della sezione riguardante il nucleo familiare di riferimento, si può procedere alla compilazione della seconda sezione della Dsu mini, denominata FC. In tale sezione vanno indicati i dati reddituali e patrimoniali di ogni componente il nucleo familiare.

Dsu Mini: Quadro FC1 (Dati del componente)

In questo quadro vanno riproposti i dati anagrafici del componente il nucleo familiare; inoltre deve essere specificato se l’indirizzo di residenza corrisponde ad un istituto religioso, di pena, di cura, di assistenza o militare. In tal caso è prevista un’agevolazione nel calcolo della scala di equivalenza, infatti il valore della stessa è incrementato di un’unità.

Sempre nella stessa sezione, deve essere specificata l’attività lavorativa svolta dal componente. L’indicazione dell’attività lavorativa è facoltativa, tuttavia è consigliabile indicarla perché alcune prestazioni agevolate tengono conto della condizione lavorativa del richiedente.

Dsu Mini: Quadro FC2 (Patrimonio mobiliare)

La compilazione di questo quadro è essenziale per la quantificazione del patrimonio mobiliare del componente alla data del 31 dicembre dell’anno precedente il rilascio della Dsu. Quindi il dichiarante deve indicare il saldo a lordo degli interessi e la giacenza media al 31 dicembre dell’anno precedente dei depositi e conti correnti bancari postali; la consistenza dei titoli di stato, delle obbligazioni, delle azioni, dei titoli di deposito e dei buoni fruttiferi; le quote di partecipazione in società quotate e non quotate, nonché tutti gli strumenti e prodotti finanziari posseduti in tale data. Si precisa che qualora non si possegga alcun rapporto finanziario, deve essere valorizzata la relativa casella.

Dsu Mini: Quadro FC3 (Patrimonio immobiliare)

Nel quadro FC3 vanno indicati i dati relativi a tutto il patrimonio immobiliare posseduto in Italia e all’estero. Precisamente deve essere indicata la quota in possesso dell’immobile ed il valore ai fini IMU (se si tratta di immobili posseduti in Italia) ed ai fini IVIE (se si tratta di immobili posseduti all’estero) degli immobili posseduti alla data del 31 dicembre.

Non rileva se sia intervenuta un’acquisizione o una perdita dell’immobile durante l’anno di rilascio della DSU, in quanto si tiene conto esclusivamente del possesso alla data del 31 dicembre l’anno precedente della DSU. E’ importante indicare per ciascun immobile il capitale residuo del mutuo al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione della DSU, contratto per l’acquisto o la costruzione del bene, che resta da pagare per il bene medesimo; questo valore, infatti, sarà detratto in sede di calcolo dal valore ai fini IMU/IVIE.

Dsu Mini: Quadro FC4 (Redditi e trattamenti)

Per ciascun componente il nucleo familiare i dati reddituali sono forniti dal sistema informativo dell’ISEE direttamente dall’agenzia delle entrate, tuttavia in alcune situazioni particolari le informazioni dovranno essere fornite direttamente dal contribuente. In questo quadro quindi vanno indicati i redditi assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenuta, con l’esclusione dei redditi dichiarati nel modello unico dei contribuenti in regime di vantaggio o dei redditi in regime di cedolare secca.

Devono comunque essere comunicate le rendite derivanti da previdenza complementare, le prestazioni rese dagli incaricati alle vendite a domicilio, i compensi per l’incremento della produttività del lavoro e tutti i redditi esenti da imposta (borse di studio, retribuzioni degli organismi consolari, redditi esenti derivanti dalle attività sportive e dilettantistiche, redditi agrari, redditi fondiari, ecc.)

Non vanno inseriti nel quadro FC4 gli assegni periodici per coniugi e figli, che vanno invece indicati nel quadro FC5.

Dsu Mini: Quadro FC6 (Autoveicoli ed altri beni durevoli)

Nel quadro FC6 bisogna indicare gli autoveicoli, i motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiore, nonché navi e imbarcazioni da diporto intestati, alla data della presentazione della DSU, al componente del nucleo familiare cui si riferisce il modulo FC1.

In particolare, vanno valorizzati i dati relativi al tipo di veicolo intestato, la targa dello stesso o gli estremi di registrazione presso il registro competente (PRA per gli autoveicoli ed i motoveicoli e RID per le navi o le imbarcazioni da diporto).

Una volta fornite tutte le informazioni, il richiedente deve confermare quanto dichiarato apponendo la firma sia sul foglio componente che sull’apposita sezione dedicata alla sottoscrizione dell’intera DSU