Tempo di lettura 3 minuti

Bonus mamme domani 2020: che cos’è?

Il bonus mamme domani 2020, riconosciuto anche come premio alla nascita è un indennizzo “una tantum” riconosciuto alle future e/o neo mamme con l’obiettivo di aiutare le famiglie ad affrontare le spese dovute alla gravidanza e al parto.

Questa prestazione rientra negli aiuti mamma 2020, come il bouns latte, il bonus baby sitter e il bonus bebè.

Nel caso in cui volessi conoscere tutte le prestazioni rientranti negli aiuti mamma 2020, clicca nel bottone sottostante.

A differenza delle altre prestazioni rientranti negli aiuti mamma 2020, il bonus mamme domani 2020 inps non prevede un indennizzo mensile, ma bensì un assegno pagato in un unica soluzione prima o dopo il parto.

Bonus mamme domani 2020, come richiederlo?

Se stai leggendo questo articolo sicuramente ti starai ponendo diverse domande in merito alla prestazione, come ad esempio quali sono i requisiti del bonus, o molto semplicemente hai già inoltrato la domanda per ricevere la prestazione e vorresti conoscere i tempi di pagamento del bonus mamme domani 2020.

Niente paura, questo articolo è stato creato appositamente per rispondere chiaramente a tutti i quesiti riguardanti la prestazione.

Se non vuoi goderti l’intera lettura dell’articolo, ma sei semplicemente alla ricerca di una singola informazione, clicca nell’indice e seleziona l’argomento inerente al bonus mamme di tuo interesse.

Se invece sei alla ricerca del modulo inps bonus mamme domani 2020, clicca nel download sottostante.

Se invece sei alla ricerca di una guida che ti indichi tutti gli step da compiere per l’invio della prestazione, leggendo l’intero articolo troverai le risposte che stai cercando.

bonus mamme domani 2020 come richiederlo
  • facebook

Chi può richiederlo?

Non esistono particolari limiti per accedere al bonus mamme domani 2020.

Gli unici limiti che vengono imposti per legge sono più che altro temporali.

I primi periodi di gravidanza vengono riconosciuti come “rischiosi”, dal punto di vista medico, proprio per questo la legge che regolamenta la prestazione, ha previsto che la stessa può essere richiesta a partire dal 7° mese di gravidanza.

Un ulteriore motivo che giustifica la collocazione temporale della richiesta allo scadere del 7° mese, è quello che all’avvicinarsi del parto vi saranno maggiori spese in virtù dell’imminente evento.

Ulteriori requisiti richiesti sono:

  • residenza in Italia;
  • cittadinanza Italiana o UE;
  • permesso di soggiorno per tutte le cittadine non comunitarie.

Quindi, gli unici limiti che vengono imposti per poter richiedere il bonus mamme domani inps, sono unicamente collegati al requisito temporale.

A differenza delle altre prestazioni a sostegno del reddito, il premio alla nascita non è regolamentato da alcun limite reddituale.

Importo

L’importo che viene riconosciuto dalla prestazione è di 800 €.

Occorre specificare che l’importo non è legato al singolo evento ma al numero di figli nati dal parto.

importo bonus mamme domani
  • facebook

E’ quindi chiaro che, nel caso si trattasse di parto gemellare, l’importo spettante ammonterebbe a 1600 €.

Bonus mamme domani 2020, come fare domanda?

La domanda può essere inoltrata in due diverse fasce temporali:

  • allo scadere del 7° mese di gravidanza;
  • dopo il parto.

In relazione alla scelta temporale di presentazione della domanda andranno presentati diversi certificati:

  • nel caso in cui si decidesse di inviare la domanda allo scadere del 7° mese, occorrerà allegare alla domanda la certificazione rilasciata dal medico curante attestante la data presunta del parto;
  • nel caso in cui si optasse per la seconda opzione, andranno indicate le generalità del nascituro;
  • nei casi di adozione andrà allegato il provvedimento del giudice.

Per presentare domanda di bonus mamme domani 2020 potremo avvalerci di due differenti canali:

  • invio bonus mamme domani 2020 online: se in possesso di pin cittadino o spid, si potrà accedere autonomamente all’interno del portale telematico dell’inps e inoltrare la richiesta;
  • se invece si volesse ricevere assistenza gratuita basta recarsi presso un centro caf/patronato e delegare allo stesso l’inoltro e quindi la gestione della pratica.

Ricordiamo di munirsi di modello sr163 timbrato dall’ufficio pagatore presso il quale si desidera ricevere il pagamento.

Bonus mamme domani 2020 dopo quanto arrivano i soldi?

Generalmente, una volta inviata la domanda, l’inps ha due mesi di tempo per liquidare la prestazione.

Può accadere, tutta via, che l’istituto di previdenza ritardi nella liquidazione per ovvi motivi, qualora dovesse decorrere il termine di due mesi consigliamo di sollecitare attraverso numero verde o pec indirizzata all’ufficio inps di competenza territoriale.